sabato 15 luglio 2017

INCUBO TOTALITARIO E DOMINIO PARADOSSALE DEI FURBI E DEI CRETINI

Ciao Valdo
ti segnalo questo articolo.
Elena Fasulo
*****
L’INCUBO TOTALITARIO DI ORWELL È DIVENTATO REALTÀ: ECCO A VOI L’ITALIA DEI VACCINI-TSO IMPOSTI PER LEGGE



MAI VISTO PRIMA UN SIMILE ATTENTATO ALLA SALUTE E ALLA LIBERTÀ INDIVIDUALE
Sono attivista dal 2011, ho sempre denunciato la disinformazione, la manipolazione, le fake news e ogni tipo di nefandezza commessa dai governi e dai politici. Ma un simile attacco alla salute e alla libertà individuale come quello portato avanti dal DL Lorenzin, io sinceramente non lo avevo mai visto prima!
L’INCUBO TOTALITARIO ORWELLIANO SI MATERIALIZZA IN ITALIA
Sta accadendo qualcosa di veramente mostruoso!!! Sembra un incubo ad occhi aperti che diventa realtà!!! Lo stato dittatoriale descritto così bene da George Orwell nel suo famoso romanzo “1984”, sembra sempre più assomigliare all’Italia del 2017!!!
GOVERNO, MINISTERI, ISTITUTI SANITARI, AIFA E MEDIA COALIZZATI CONTRO L’INTERO PAESE
Il Governo Gentiloni, il Ministero della Salute, l’Istituto Superiore di Sanità, l’AIFA, supportati dai principali mezzi di informazione, si sono coalizzati per convincerci che 12 vaccinazioni obbligatorie fanno bene ai bambini, anche se non esiste al mondo uno studio in grado di dimostrarlo! Proprio come nel romanzo di George Orwell, vogliono convincerci che “L’ignoranza è forza”, che “La libertà è schiavitù”, e che “La guerra è pace”.
L’IGNORANZA È FORZA
I principali mezzi di informazione hanno completamente censurato la notizia che 40.000 persone hanno manifestato l’8 Luglio 2017 a Pesaro per la libertà di scelta vaccinale. Tenere nell’ignoranza milioni di italiani nascondendo un simile fatto, per uno stato orwelliano è forza!
LA LIBERTÀ È SCHIAVITÙ
La libertà dei genitori di decidere le terapie e le cure più adeguate per i propri figli, con l’obbligo vaccinale per l’iscrizione alla scuola diventa imposizione e schiavitù di stato! Ovviamente stiamo parlando di uno stato orwelliano, non certo di uno stato democratico!
LA GUERRA È PACE
Le proteste intraprese da genitori free vax, semplici cittadini, gruppi, associazioni, medici critici sui vaccini (e quindi prontamente radiati dall’albo), non sono reali, in quanto pesantemente censurate dai media mainstream! La guerra contro l’obbligo vaccinale, per milioni di italiani debitamente indottrinati da TV e Telegiornali non esiste! Le manifestazioni in tutta Italia, a Roma, Pesaro, Torino, Milano, Cagliari, Bologna, Firenze, Pisa, Forlì, Padova, Palermo, La Spezia, Cervia, e le prossime già in programma a Cuneo, Alba, Saluzzo e Savigliano non esistono!
TUTTO È A POSTO, NON STA SUCCEDENDO NIENTE
In un perfetto stato orwelliano come l’Italia, in questo momento c’è solo pace, è tutto tranquillo, tutto va bene! Nonostante tutte le manifestazioni per la libertà di scelta vaccinale, le principali istituzioni politiche e sanitarie del paese continuano a ripetervi, come un disco rotto, che è tutto è a posto, che loro dicono sempre la verità (a differenza dei cattivi No Vax), che i vaccini fanno bene, che non esiste correlazione fra vaccini e autismo, che una copertura vaccinale superiore al 95% garantirà la (falsa) immunità di gregge!
POI TOCCHERÀ A INFERMIERI, INSEGNANTI, DIPENDENTI PUBBLICI E FORZE DELL’ORDINE
E per il futuro ? Potete stare tranquilli: l’obbligo vaccinale interesserà dal 2018 anche infermieri e insegnanti (proprio ieri è spuntato fuori un emendamento al DL Lorenzin che tratta proprio di questo). E dopo toccherà molto probabilmente ai dipendenti pubblici e alle forze dell’ordine.
LEVA OBBLIGATORIA E VACCINI OBBLIGATORI
Il 15 maggio 2017 la Ministra della Difesa Roberta Pinotti ha rilasciato una dichiarazione in cui intende reintrodurre dal 2018 la leva obbligatoria per i diciottenni! Inizialmente solo nel Servizio Civile, ma poi chissà, anche nelle Forze Armate. Ecco che si presenta una nuova opportunità per vaccinare tutti i diciottenni che saranno costretti nuovamente a fare la leva obbligatoria!!! Leva obbligatoria = Vaccini obbligatori! Per i bambini/ragazzini da 0 a 16 anni ci ha già pensato la Ministra della Salute Lorenzin all’obbligo vaccinale! E per chi non fa parte di tutte queste categorie ? Tranquilli, si inventeranno qualcosa anche per voi!
ITALIA PAESE CAMPIONE DI DEMOCRAZIA
Quando tutti avranno i loro bei vaccini obbligatori, quando le reazioni avverse aumenteranno in maniera esponenziale, quando tanti bambini si ammaleranno di autismo e altre malattie neurodegenerative, allora ai “complottisti” che gridano al “gombloddoooo”, ai complottisti che vi avevano messi in guardia da questo pericolo, potrete sempre ribattere che “1984” di George Orwell è solo un famoso romanzo di fantascienza, e che l’Italia è un paese democratico!!!
Roberto Prinzi
*****
COMMENTO
MAI VISTA TANTA PRESUNZIONE, TANTO DOGMATISMO E TANTA AVIDITÀ
Mai visto prima un simile attacco alla libertà e alla democrazia, scrive Prinzi. Mai vista prima tanta supponenza, tanta ignoranza, tanta avidità per il danaro e per il potere, tanto menefreghismo verso la popolazione, da parte di gente mediocre finita non si sa come e perché nella sala di comando.
INGUARIBILE DISTACCO TRA IL POTERE POLITICO E LA POPOLAZIONE
L’Italia, fin dalle sue recenti origini come stato unitario, non ha mai brillato in fatto di governi e presidenti amati o bene accetti al popolo in modo netto e convincente. Quanto succede al Quirinale, a Palazzo Madama e a Montecitorio è stato sempre visto con un certo distacco, con malcelata tolleranza e freddezza. Scarsa partecipazione e tanta indifferenza. Gente messa lì a fare i propri comodi e i propri vantaggi, o al massimo a fare gli interessi dei gruppi di potere che li hanno appoggiati.  Questo lo sappiamo. Non basta avere una lingua comune, una moneta comune, una rete ferroviaria e autostradale che renda facile il muoversi e il comunicare. Scomparsa la lira non c’è nemmeno più la caratterizzazione e la coesione monetaria.
CADUTA CRESCENTE DELLE FACILI ILLUSIONI
Finita la guerra, sopite e dimenticate con enorme fatica, e mai del tutto, le tragiche divisioni interne tra fascismo e antifascismo, ci siamo cullati nella illusione della ricostruzione e della crescita infinita, dimenticandoci che eravamo e siamo più che mai non stato indipendente e sovrano ma una colonia americana a tutti gli effetti, e che a Roma, città del resto bellissima e unica al mondo, più che veri governi con premier capaci-motivati-indipendenti e più che veri presidenti autorevoli-garantisti-superpartes, si sono alternati penosi teatrini della politica, intesi a dare una giustificazione di facciata, a illudere gli italiani di appartenere a una seria entità chiamata stato avente lo scopo di proteggere e difendere i suoi cittadini, di appartenere a una Repubblica Italiana dotata di una Costituzione tra le più avanzate del mondo. Le facili illusioni sono destinate a cadere come tanti birilli.
VIGEVA UN SENTIMENTO DI TOLLERANZA
Finché le cose andavano bene, la gente era anche disposta a chiudere un occhio e a dimenticare. Roma ladrona, Roma collusa, Roma mafiosa, Roma delle Lobbies sì, ma tutto sommato vigeva un minimo di rassegnata accettazione. Un grosso peso al piede, un freno a mano tirato, un apparato costoso-inefficiente-burocratico, un super-affollamento parlamentare, stipendi incredibilmente alti, pensioni scandalose, uno stato costoso ed inefficiente, ma comunque un male inevitabile e necessario.
MALESSERI E MAGAGNE IMPEDISCONO DI VIVERE IN SERENITÀ
Solo che in questi ultimi tempi tutto si è drammatizzato e i margini di accettazione si sono ridotti ai minimi termini. Alle ruberie statali e agli scandali statali si sono sommate quelle delle regioni, delle provincie e dei comuni, quelle delle banche. I proprietari di case sono stati letteralmente spossessati del loro bene-rifugio e proditoriamente trasformati in inquilini costretti a pagare affitti insostenibili, per cui il diritto di proprietà privata se ne è andato a farsi benedire, porcate che nemmeno il peggiore Stalin poteva immaginare. Quando il più grande ladro e razziatore dimostra di essere lo stato, c’è ben poco da sperare. Quando le famiglie non riescono ad arrivare alla fine del mese senza indebitarsi, c’è ben poco da sperare. Quando i giovani disoccupati non trovano di meglio che ubriacarsi, fumare, doparsi, c’è ben poco da sperare. Quando il rateo di persone che si tolgono la vita sale ai massimi storici, c’è ben poco da sperare.
L’AMERICA CI HA TRATTATI COME DEI PARIA, PIAZZANDO BASI ATOMICHE DA AVIANO A SIGONELLA
Le piccole industrie che erano il vanto e il nerbo dell’Italia dei miracoli basata sulla lira flessibile-intelligente-economica al punto giusto, competitiva ed apprezzata con ottimi risultati nell’export, sono state messe in ginocchio nel giro di un ventennio disastrante 1997-2017, grazie agli sporchi giochi dell’America dei Clinton e degli Obama, della World Bank colonizzata da George Soros,  delle Banche Super-Ladrone e Super-Falsarie, delle agenzie di rating Super-Corrotte, della accozzaglia di stati chiamata Europa.
L’ARRIVO DEGLI EMIGRANTI NON È UN FATTO CASUALE
Poi si è messo a piovere sul bagnato e sono arrivati gli emigranti a ritmi crescenti. Italia buonista, Vaticano e sinistre in testa, unite nei piagnistei e nella giustissima voglia di salvare ed assistere la povera gente in arrivo dal Medioriente, e dal Magreb. Italia immemore e politicamente analfabeta su chi e cosa ha provocato e sta provocando la devastazione umanitaria in atto, su cosa ha persino determinato il terrorismo Isis.
IL POTERE BANCARIO DIETRO OGNI GUERRA, OGNI CRISI ED OGNI SPECULAZIONE
I cosiddetti dittatori tipo Saddam Hussein e Muammar Gheddafi come, perché e da chi sono stati brutalmente assassinati? Non lo si dice ma lo sappiamo troppo bene. Dall’America per il dittatore iraqueno, dalla triplice alleanza Usa-Francia-Inghilterra, con l’Italia vile e traditrice, pronta, servile e obbediente a prestare le sue basi. Sempre coi cartelli bancari sullo sfondo a dirigere l’orchestra. Saddam, protetto dall’America finché vendeva il petrolio contro dollari Usa, divenne scomodo quando decise di venderlo in euro, con grave danno per le banche americane. Gheddafi firmò la sua condanna a morte il giorno in cui decise di farsi portavoce e punto di riferimento di una moneta unica africana, cosa dannosissima per i citati interessi delle banche francesi in  Africa.
ITALIANI ARRANGIATEVI SONO CAVOLI VOSTRI, FIRMATO MACRON
Ieri l’altro a Trieste ennesimo incontro tra Gentiloni, Angela Merkel ed Emmanuel Macron, col francese inesorabile nel bocciare ogni richiesta sensata dell’Italia. Quando venne eletto ci fu sì o no un autentico tripudio in Italia? Nessuno che osi svelare gli scheletri nell’armadio di Macron, i suoi stretti legami col cartello bancario francese che sta sfruttando ed impoverendo da decenni l’intera Africa Occidentale, con 15 paesi privati del diritto della propria moneta e costretti al diktat del Franco Francese vivo e vegeto solo da quelle parti, e soggetti al diktat militare della Legione Straniera più che mai potente ed attiva sia con le armi sia col suo potere diplomatico-golpista. Eppure ci si meraviglia che oggi Macron mantenga chiusi i suoi porti e operi un feroce boicottaggio contro l’Italia. Impossibile per lui fare altrimenti. Lui è docile strumento nelle mani della Banque of France e del Neocolonialismo francese. Ma dove sono mai finiti i giornalisti italiani seri e indipendenti? Tutti impegnati a tempo pieno sul tema del calcio-mercato?
DISAMORE E DISINTERESSE VERSO IL VOTO E LA POLITICA
Di fronte a tutte queste cose si indicono elezioni su elezioni, e la gente va in vacanza o se ne sta a casa. Va dovunque fuorché alla cabina elettorale. Ma come darle torto? Per ora siamo sotto il 50 per cento, ma presto andrà al voto il 30% degli italiani. Come si può pretendere gente migliore e gente trasparente nella stanza dei bottoni quando è in atto da tempo la legge della selezione alla rovescia, dove arrivano in cima i peggiori, gli scalatori sociali, i più avidi di danaro e di potere senza averne le qualità e i meriti? I capi pellerossa, legati alle sorti del proprio popolo, quando si riunivano per delle questioni importanti, spaziavano su 7 generazioni, mentre i nostri mediocri politici puntano al massimo alla prossima scadenza elettorale.
L’ATTACCO IGNOBILE ALLA NOSTRA LIBERTÀ TROVA SPIEGAZIONI LOGICHE
Ecco dunque spiegata la frase “Mai visto prima un ignobile attacco alla libertà individuale e alla democrazia”. Il muro di Berlino è caduto nel 1989, e due anni dopo si è disintegrata l’Unione Sovietica. Fatti storici sicuramente notevoli e importanti per il progresso dei popoli e del mondo intero. Nessuno però che ci ricordi che il muro berlinese è caduto solo da una parte, solo dalla parte orientale. Quasi ad illudersi che la parte buona, la parte occidentale che include ovviamente noi medesimi, fosse e sia meritevole di rimanere indistruttibile e intatta.
TANTE COSE VANNO RIVISTE DA CAPO A PIEDI
Purtroppo non è così. Dovremo rassegnarci a rivedere tante cose. Vale per l’Europa ma in particolare per la nostra Italia. Dovremo ripensare a chi siamo e cosa vogliamo. Dovremo capire chi sono i nostri veri amici e chi i nostri oppressori. Dovremo ridiventare concorrenziali e non più presuntuosi e spreconi. Dovremo accettare la decrescita. Dovremo snellire l’apparato statale. Dovremo reimparare a vivere secondo natura. Dovremo imparare a rispettare religiosamente il nostro corpo, le sorti del prossimo e degli animali che ci circondano. Dovremo imparare a rispettare religiosamente i campi, le acque e l’aria.
DOVREMO LIBERARCI DAL DOMINIO DEI FURBI, DEI CRETINI E DEI VACCINATORI A OLTRANZA
Dovremo imparare a rispettare la vera cultura, i veri valori e le vere scienze, quelli che non si apprendono necessariamente nelle università, nelle premiazioni Nobel, nei microscopi elettronici e nei telescopi degli osservatori. Dovremo liberarci dal dominio dei furbi e dei cretini, e soprattutto da quello degli ignoranti che, arrivati al potere e coccolati da un incompetente ed irresponsabile regime sanitario, pretendono di predicare salute e immunità attraverso la schifezza e l’arretratezza vaccinatoria.
Valdo Vaccaro


http://altrarealta.blogspot.it/

Nessun commento:

Posta un commento